Da generazione ponte a generazione di passaggio

0

Non siamo nativi digitali ma siamo i new digital worker. Siamo quelli cresciuti con i film di Rambo ma anche con chi…la guerra vera l’ha combattuta. Siamo la generazione “ Ho un amico venuto da chi sa dove”.. siamo la generazione che guardava l’orizzonte e il futuro è diventato un destino beffardo. Siamo la generazione che ha avuto il tempo di conoscere le dittature di Chavez, Khedafi e Saddam Hussein, siamo la generazione della democrazia di Trump e di Puntin .

L’Operazione KAFO in Africa occidentale

0

Il bilancio dell’operazione è stato piuttosto significativo, visto che si osservano il sequestro di 40000 pezzi di dinamite e detonatori destinati ad attività miniere clandestine, la nuova filiera di finanziamento per le organizzazioni terroriste e bande criminali.

I migranti in Bosnia, tra burocrazia e disumanità

0

Il 23 dicembre, il campo di Lipa che ospitava più di 1000 persone è stato distrutto dalle fiamme. I migranti ora vivono bloccati nella neve, avvolti in coperte e sacchi a pelo in edifici abbandonati o campi improvvisati.

L’America, oggi come l’undici settembre

0

Le fondamenta di una nazione si stanno pian piano sgretolando, è sempre più difficile tenere insieme queste democrazie nel mondo globalizzato, la storia sta per ricominciare,ci siamo evoluti, il mondo ha riposto grande fiducia nello stato americano, già,
L’ America! Chi non ha sognato almeno una volta di essere americano o di andare in America, paese riconosciuto come grande potenza e di opportunità, custode delle democrazie nel mondo, come eroi salvatori , dire America per tanti significa punto di arrivo per la stragrande maggioranza è dire ce l’ho fatta.

Quando il privilegio bianco bussa alla porta della democrazia americana

0

Molti manifestanti sono riusciti ad entrare nell’edificio scontrandosi con le forze dell’ordine, a suon di selfie e incoraggiamento non sembra che ci sia voluto molto. Chi è riuscito ad entrare nel Congresso si è mosso con facilità inizialmente, facendo così sospendere la seduta mentre deputati e senatori sono stati scortati nella base militare di Fort McNair.

L’ennesimo discorso ingannevole di Macron

0

“La Francia ha avuto sempre un rapporto amorevole verso l’Africa, purtroppo sta crescendo un sentimento di odio nei confronti dei francesi”. (Jeune Afrique).
Macron fa riferimento al rapporto amorevole di “Françafrique”, senza esser consapevole del senso negativo che sottende questo termine, che invece viene inteso come denuncia delle politiche francesi in Africa.
Un concetto va chiarito subito: gli africani non odiano i francesi ma odiano la politica del furto, i crimini, gli omicidi e le invasioni da parte dell’esercito francese in Africa. Sono due situazioni molto diverse.

Approvata la legge sull’aborto in Argentina

0

Negli ultimi giorni del 2020 il Senato argentino ha approvato la legge sull’interruzione volontaria della gravidanza. La legge è passata al Senato con 38 voti a favore e 29 contrari dopo 12 ore di discussioni. Non è stato facile cambiare la norma in vigore, infatti, due anni fa, un disegno di legge simile che era passato alla Camera, era stato bocciato da Senato.

Fine tragica di Agitu Gudeta

0

L’anno 2020 ci porta via anche Agitu Gudeta, la rifugiata 42enne Etiope e simbolo dell’integrazione grazie al successo della fattoria biologica “capra felice”; 11 ettari e 84 capre indigeni nella valle dei Mocheni nella regione del trentino. Agitu è stata ritrovata morta nella sua abitazione a Frassilongo.

Coronavirus: la Francia accelera la cittadinanza per gli immigrati

0

La Francia accelera la cittadinanza per gli immigrati che hanno lavorato in prima linea nella pandemia. In tempi “normali”, per ottenere l’approvazione della domanda di cittadinanza, un candidato deve aver risieduto in Francia per cinque anni con un reddito stabile e aver dimostrato l’integrazione nella società francese.

Il rapporto dell’ONU sulla guerra in Mali

0

Un rapporto delle Nazioni Unite uscito a metà dicembre 2020 al Consiglio di sicurezza accusa l’esercito Maliano di “crimini di guerra” e dei gruppi armati di “crimini contro l’umanità”.

Menu