Civiltà a rischio: l’umanità va in fiamme

0

Sono risultati evidenti: la profonda inadeguatezza nell’affrontare un fenomeno tanto complesso, e l’incapacità degli strumenti di legge di far fronte a questa condizione, nonché la manchevolezza di donne e uomini chiamati ad interpretare e governare con diligenza e responsabilità.

Stéphanie Frappart: la prima donna ad arbitrare in Champions League

0

Ieri, 2 dicembre, Stéphanie Frappart è stata il primo arbitro donna a dirigere una partita di Champions League maschile. Frappart è francese e ha iniziato a sua carriere da arbitro nel 2009. Ha seguito i passi della svizzera Nicole Petignat, la prima donna ad arbitrare la coppa Uefa nel 2003.

Rosa Parks, la madre del movimento per i diritti civili

0

Il primo dicembre del 1955 Rosa Parks, donna afroamericana si rifiutò di cedere il suo posto su un autobus ad una persona bianca in Alabama. Sdoganando la morale del paese più democratico al mondo, lei riuscì a dare vita a quella che si può definire l’inizio della lotta per i diritti civili.

BlackPost e Ius Culturae

0

L’argomento è tale che mi sentirei complice se adoperassi la stessa semplificazione di chi teme e non vuole offendere o peggio, teme di provocare il “senso comune”. Per questo mi sono avvalso (arbitrariamente) dell’ausilio di alcune testimonianze video dei protagonisti del nostro tempo presente che a mio avviso sono determinanti per fissare dei punti per un ragionamento ampio che non ha la pretesa di essere esaustivo ma sollecitare una riflessione.

La Spezia: i nuovi schiavi allestiscono yacht di lusso a 4 euro l’ora

0

Sette le persone finite in carcere e uno ai domiciliari, il caporalato continua a bussare alle nostre porte ma non fa così rumore da scuotere le coscienze prive di umanità. La Spezia si presenta come testimone vivente dell’eredità marinara della città: tra gli aperitivi al tramonto e il profumo di brezza marina, dietro ciò che viene definito- lavoro- in Italia, si cela l’inadeguatezza di un sistema malato che è il vero cancro del paese, il caporalato.

Una statua per Thomas Sankara

0

Il Burkina Faso, il paese degli uomini integri, ha svelato qualche mese fa la statua dedicata a Thomas Sankara, il padre della rivoluzione burkinabé. Un anno fa, una prima statua di Thomas Sankara era stata svelata al pubblico ma non aveva convinto l’opinione della popolazione per una questione di somiglianza poco chiara. Finalmente dopo un anno di lavoro, le autorità attuali del Paese hanno svelato una versione ritoccata della statua del capitano Thomas Sankara.

La class action per il diritto all’aborto

0

Grazie a M.L la donna che ha condiviso attraverso i social il suo dramma si è riusciti a risalire anche ad altre donne nella stessa situazione, dopo di che altre 30 donne hanno trovato i loro nomi sulle croci del cimitero Flaminio. L’associazione “Differenza Donna” sta organizzando una class action

L’Etiopia in guerra !

0

Le Nazioni Unite e l’Unione africana da giorni moltiplicano gli appelli ad una de-escalation, che per ora appaiono del tutto ignorati. Sia l’Ue, attraverso l’alto rappresentante per gli affari esteri, che il governo degli Stati Uniti attraverso l’ambasciata ad Addis Abeba, hanno chiesto alle parti di fermare l’escalation che sta portando dritto al primo conflitto nell’era della pandemia. Oltre alla pace nel Corno d’Africa, ora è in pericolo il destino stesso dell’Etiopia

L’inizio della fine dell’era del coronavirus è “colpa degli immigrati”

0

Ozlem Tureci e Ugur Sahin, marito e moglie, tedeschi di origini turca, hanno fondato BioNTech, l’azienda di biotecnologia e biofarmaceutica. Sahin è nato in Turchia, quando aveva 4 anni la sua famiglia si è trasferita in Germania, a Colonia. Tureci, invece, è figlia di un chirurgo turco che si era trasferito da Istanbul in Germania.

Dialogare con i Jihadisti? Le divergenze tra Mali e Francia

0

Il capo della diplomazia francese Jean-Yves Le Drian ha concluso una visita di 48 ore. Sono stati firmati diversi accordi di cooperazione, ma sono emerse differenze tra Parigi e Bamako.
Riguardano la questione di possibili discussioni con gruppi jihadisti.

Menu