Ricordiamo le donne

Oggi è l’8 marzo e come sempre si ricorda in tutto il mondo come “la festa della donna”. Un giorno importante che viene ricordato anche per tutte le conquiste che…
Gli Articoli

Gli attacchi terroristici in Burkina Faso continuano

0

Gli attacchi terroristici continuano senza sosta in Burkina Faso. Lunedi 21 giugno almeno una decina di poliziotti sono stati uccisi barbaramente da persone armate al momento non identificate. Le forze dell’ordine e della sicurezza sono state prese in un’imboscata da persone armate lunedì sera da alcuni presunti jihadisti nel nord del Burkina Faso. Secondo alcuni media internazionali, come AFP e le Figaro, altre alla morte di 11 agenti di polizia, tanti altri sono scomparsi nel nulla. Vediamo nel dettaglio cosa è successo.

Pensieri & Poesie

Sbilancia

0
La vita è una bilancia Te però dai, dai sempre anche se si sbilanciase dal tuo lato pesa 15 e dall’altro…
Gli Articoli

Semplicemente italiani

0

È piuttosto raro che bambini e ragazzi cresciuti in territorio italiano, che abbiano o meno ottenuto la cittadinanza, spesso dopo anni di sofferenza psicologica, tra emarginazioni ed estraneità, non vengano collegati all’origine dei loro genitori stranieri.

Gli Articoli

Perché loro sono l’Italia, aspettano solo di essere riconosciuti

0


Bambini ed adolescenti di prime e seconde generazioni non vengono messi al primo posto. Sono costretti a sentirsi estranei. Sono costretti a non realizzarsi come desiderano e di conseguenza sono costretti a non poter dare il massimo anche se lo volessero. Basta immaginare: che dovrebbero ottenere un visto per una gita scolastica all’estero mentre gli altri compagni di classe circolerebbero liberamente.

Le storie

La storia di Amro

0

Sono Amro Mahmoud, nato e cresciuto in Italia, ma come si può notare dal nome, ho origine da tutt’altra parte. Immigrato di seconda generazione, i miei genitori, mio padre prima, negl’anni ’80 e mia madre poi negl’anni ’90, si sono trasferiti a Roma da Alessandria d’Egitto. Non sono solito scrivere biografie, o racconti sul sottoscritto, ma se con il mio piccolo trascorso di vita posso dar forza a qualche mio “simile” (ovviamente simile, per quanto riguarda il fattore nascita/crescita) non vorrei perdere l’occasione.

Gli Articoli

Dalla parte giusta della storia

0

Insieme in Piazza affinché “le figlie e figli della Repubblica nati, cresciuti in Italia o con background migratorio hanno diritto di partecipare effettivamente, liberamente e responsabilmente alla vita del Paese per poter contribuire a costruire una comunità solidale e giusta.”

Menu