Viè via co me

E viè via da là,Vie qua che t’aspetto.Vie qua,Che ormai adesso comincia a fa più freddo.Viè via da là che non te capiscono,Vie che de parole e comprensione te ce riempio.Vie via…
Gli Articoli

Riconoscenza e riconoscimento per i braccianti stranieri

0

Un allarme raccolto da Matteo Orfini, capogruppo del partito democratico alla Camera, che ha proposto di favorire l’emersione del lavoro sommerso, riconoscendogli diritti e garanzie, nonché la necessità di svuotare gli insediamenti rurali informali che potrebbero trasformarsi in bombe sanitarie pericolose.

Gli Articoli

Ennesima tragedia nel Mediterraneo

0

Ancora un naufragio nel mediterraneo, e questa volta la notizia si apprende nel giorno di Pasqua quando proprio il giorno prima, Papa Francesco, durante la sua omelia ha ricordato di non dimenticare le altre emergenze in corso e ha fatto riferimento anche ai tanti “bambini” prigionieri in Libia.

Gli Articoli

Nei campi di detenzione libici c’è una bomba pronta ad esplodere.

0

Non sfuggirà che, se una persona dovesse essere contagiata all’interno dei campi di detenzione libici, l’effetto sarà simile all’esplosione di una bomba. Senza contare che, uno degli ospedali che cura i malati di Covid, è stato bombardato dalle forze di Haftar. La bomba epidemiologica, ma non solo è quindi pronta ad esplodere se non verranno ascoltate le grida d’aiuto di Elhouderi. 

Gli Articoli

La mossa del Portogallo per gli immigrati

0

È stata approvata, infatti, la regolarizzazione degli immigrati che avevano già fatto la richiesta per il permesso di soggiorno in modo tale da garantire loro l’accesso ai servizi pubblici e sanitari almeno fino alla scadenza individuata del primo luglio.

Le storie

In memoria di Abderrahim Rafiq

0

Aldo, com’era chiamato dagli amici italiani, aveva solo 56 anni, era un uomo di origine marocchina, nobile, cortese, altruista e rispettoso di tutti: molto attivo nell’Associazione musulmana.

Gli Articoli

Urne aperte in Mali, ma nel paese regna il caos

0

Inoltre, la settimana scorsa è arrivata la notizia del rapimento di Soumaila Cissè , capo dell’Unione per la Repubblica e la Democrazia (URD). Tuttavia, non ci sono notizie sul rapimento e nessun gruppo terroristico ha rivendicato l’attentato.

Gli Articoli

La piaga del terrorismo sessuale in Congo

0

In effetti in Congo, in particolare nell’est del paese, i ribelli violentano donne adulte, ragazze adolescenti e perfino bambine. Lo stupro viene fatto anche in modo collettivo, in pubblico, per demolire e per terrorizzare.

Menu