Viè via co me

E viè via da là,Vie qua che t’aspetto.Vie qua,Che ormai adesso comincia a fa più freddo.Viè via da là che non te capiscono,Vie che de parole e comprensione te ce riempio.Vie via…
Le storie

La storia di Amro

0

Sono Amro Mahmoud, nato e cresciuto in Italia, ma come si può notare dal nome, ho origine da tutt’altra parte. Immigrato di seconda generazione, i miei genitori, mio padre prima, negl’anni ’80 e mia madre poi negl’anni ’90, si sono trasferiti a Roma da Alessandria d’Egitto. Non sono solito scrivere biografie, o racconti sul sottoscritto, ma se con il mio piccolo trascorso di vita posso dar forza a qualche mio “simile” (ovviamente simile, per quanto riguarda il fattore nascita/crescita) non vorrei perdere l’occasione.

Gli Articoli

Dalla parte giusta della storia

0

Insieme in Piazza affinché “le figlie e figli della Repubblica nati, cresciuti in Italia o con background migratorio hanno diritto di partecipare effettivamente, liberamente e responsabilmente alla vita del Paese per poter contribuire a costruire una comunità solidale e giusta.”

Gli Articoli

Decrescita economica e crisi culturale

0

È ormai da diversi anni che i dati demografici rilevano come il nostro paese stia pericolosamente invecchiando, galleggiando su un’opaca deriva che lo sta inesorabilmente spingendo verso un’involutiva decrescita. Decrescita non solo quantitativa, ma che si riflette anche sulla generale tenuta sociale.

Gli Articoli

Orfani politici

1 Commento

Alle persone non interessa il mio nome, Il mio volto, i miei tratti somatici sono il metro di giudizio che mi stereotipa. In un mondo tanto bardato di interdizioni morali, simboliche e ideologiche quelli come me vengono respinti ai margini.

Gli Articoli

Spagna: perdonati i leader dell’indipendenza catalana

0

Il primo ministro spagnolo Pedro Sánchez ha concesso “la grazia” ai prigionieri catalani condannati per tentata secessione, ricevendo critiche da parte dell’opposizione e del partito di destra Vox, che lo ha accusato di aver “tradito” la Spagna per una manciata di voti. In tutto, nell’ottobre 2019, 9 leader dell’indipendenza sono stati condannati a una pena tra i 9 e i 13 anni di carcere con l’accusa di “sedizione”.

Gli Articoli

26 giugno, Giornata mondiale per le vittime di tortura

0

Il 26 giugno, la giornata internazionale per il sostegno alle vittime di tortura è stata creata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite per manifestare solidarietà verso quelli che la mente, il corpo o lo spirito è stato colpito dalla tortura.

Menu